Vi siete mai chieste cosa abbia di speciale un abito da sposa sartoriale rispetto ad un abito da sposa realizzato in serie?

Il miglior modo per spiegarlo è raccontarvelo passo dopo passo…

Un abito da sposa sartoriale, quindi realizzato da zero su misura, possiede il pregio di formarsi da una vostra idea personale già al primo appuntamento in Atelier. Dopo una piacevole chiacchierata e capito quale sia il gusto, lo stile della sposa e quali modelli si addicono alle caratteristiche fisiche, si fanno provare alcuni capi della nostra collezione, sempre sartoriali.

Il sogno della nostra sposina Chiara, inizia il giorno in cui decide di iscriversi al nostro concorso, su suggerimento di una amica che ci aveva segnalato.

La sua richiesta ci arriva giorno 23 novembre e ci risulterà come nona partecipante.

Ci sentiamo telefonicamente per la prima volta e fissiamo un appuntamento, dedicato alla scelta dell’abito. Il giorno prestabilito, un pomeriggio di pochi giorni dopo, arriva accompagnata da sua mamma, puntualissime… già mi piacciono! Le faccio accomodare e iniziamo a chiacchierare un po’, primo appuntamento, primo atelier; mi colpiscono fin da subito per la loro dolcezza e la loro tranquillità; una futura sposina per niente ansiosa e con le idee ben chiare in testa!

Per una ragazza che sta per convolare a nozze, l’abito da sposa è praticamente tutto... Il momento più atteso ed emozionante, un qualcosa di simbolico si, ma che descriverà la tua persona,  la tua anima e ti accompagnerà quel giorno.

La scelta dell’abito da sposa è un momento prezioso fatto di sogni, confidenze, consigli, complicità e fiducia; è un momento in cui si riesce a cogliere l’aspetto unico di ogni sposa...

Oggi vi spiegheremo come avviene nello specifico il primo approccio nel nostro Atelier e cosa è utile fare e ricordare per arrivare ad un giusto risultato.

Partiamo dai tempi che, nella scelta e nel confezionamento di un abito da sposa sono fondamentali.